COMUNICATO STAMPA 13 luglio 2012

In programma per lunedi 16 luglio, ore 12,30 presso la sede del WWF  (Via Po 25/c - Roma) una Conferenza Stampa congiunta WWF e Comitato "Quelli che il Parco..." per illustrare alla stampa la denuncia presentata pochi giorni fa  all'Unione Europea circa la  violazione della disciplina sugli appalti da parte dell'Italia.

La questione riguarda il Parco Virgiliano, un parco storico di Roma sottoposto a vincolo di immodificabilità dove il Commissario all'Emergenza Traffico di Roma, in carica dal 2006, nel 2010 ha  autorizzato, senza gara d'appalto, una società sconosciuta a costruire un parcheggio di tre piani che stravolgerebbe irreversibilmente l'area verde". E' questo, in sintesi, il contenuto della denuncia inviata dal  WWF e dal Comitato "Quelli che il Parco..." alla Commissione Europea relativamente al Parco Virgiliano.

Si tratta di un'opera del valore di oltre 28 milioni di euro, che  ricade in un'area pubblica e la cui assegnazione sarebbe dovuta avvenire solo dopo lo svolgimento di una gara pubblica, secondo gli  orientamenti dell'Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici e  prima ancora del Consiglio di Stato.

La portata della denuncia è molto ampia. L'accoglimento da parte della  Commissione europea comporterebbe, infatti, la messa in discussione di  
tutti gli altri parcheggi "pertinenziali" affidati con la scusa  dell'emergenza e solo a Roma se ne contano quasi un centinaio.

l'11 luglio è stata consegnata al Gabinetto del Sindaco di Roma Capitale la petizione popolare promossa dal Comitato "Quelli che il Parco..." per  chiedere:
- la revoca di ogni convenzione stilata da Roma Capitale in merito alla costruzione del parcheggio interrato al Parco Nemorense;
- l'espunzione definitiva del progetto B1.4-013 dall'elenco del piano urbano parcheggi (PUP).
3400 sono i cittadini che, fino ad oggi, si sono espressi contro quest'opera che devasterebbe un'ampia superficie del Parco Virgiliano. Molti altri hanno comunque espresso la volontà di firmare la petizione  per cui la raccolta firme continuerà.
Una delegazione di bambini ha poi consegnato alla Segreteria del Sindaco i numerosi e bellissimi disegni e le lettere che i bambini che frequentano il Parco hanno affidato al Comitato nella speranza che possano anch'essi servire ad impedire una così profonda ferita al  Parco dove trascorrono tanto tempo a giocare.

 

Roma, 13 luglio 2012